Home FioritaliaCooperativa FioritaliaCatalogo disponibilità piante settimanaleServizio clientiContatti
Ordina subito

Fiore e piante: Giornata dei morti

Crisantemi-giornata dei mortiIl fiore che maggiormente rappresenta il giorno dei morti in Occidente è il crisantemo ( il cui nome greco significa “fiore d’oro”), mentre in Cina e in Giappone rappresenta  gioia e prosperità.

I crisantemi (della  famiglia delle Asteraceae),  fioriscono solitamente nel periodo di fine ottobre-novembre, sono di diversa varietà che si distinguono dalla forma della corolla, dalla lunghezza dello stelo, dal colore (che può andare da bianco al viola, per passare all’arancio, al giallo e al rosso) e dalla forma.

Per mantenere un buono stato dei crisantemi, si suggerisce di coltivarli in luoghi che siano soleggiati. Per una corretta innaffiata dei crisantemi, bisogna che sia salutare nel periodo primaverile ed estivo mentre nel periodo invernale bisogna bagnarli in modo sporadico solo nel caso non piovi.

Una legenda legata al crisantemo è quella narrata in Giappone che racconta che una coppia di giovani, lei figlia di un signore ricco e lui un artigiano, dopo essersi conosciuta si innamorano follemente.
A causa delle differenti condizioni sociali l’unione fra di loro era ardua, per questo motivo il ragazzo decise si rinchiursi in un monastero collocato in montagna.
La ragazza appena saputa la notizia, cercò di raggiungerlo ma con molta difficoltà, nel mentre il ragazzo le andò incontro ma la trovò priva di forza quasi morente. La ragazza appena soccorsa aprì gli occhi e gli fece un grande sorriso.
Attorno ai  due innamorati nacquero degli steli di di un fiore sconosciuto che si schiusero in grosse e bianche corolle.

Ordina subito i crisantemi

Contatta Fioritalia